Credere nel corpo

L’ossario  del sole

Bruno Piccinini

Passigli Poesia

prefazione di Giuseppe Marchetti

Anno :2016

Pagine :126

Prezzo :14,50€

ISBN :9788836815395


Bruno Piccinini viene di lontano: ha un cuore trepido e sereno allo stesso tempo, «che assorbe l'aria, il sole, / gode del paesaggio / lo respira, / cresce, si espande nel buio / esplode il suo colore nel mattino, / durerà oltre me»... E in quell'avverbio, 'oltre', la sua poesia si riconosce. È uno degli esempi più moderni di quell'antica e mai smentita poesia che ha dato tanti frutti lungo tutto l'arco del Novecento, arco che si misura sugli esempi dei nostri maestri, da Montale a Sereni, da Giudici a Raboni. Maestri che Piccinini ha letto con la meraviglia di una «meteorologia quotidiana», l'accorgersi, cioè, del giorno, della notte, del variare delle stagioni, del sentirsi vivi o abbandonati, amati o lasciati in un angolo…
Dalla prefazione di Giuseppe Marchetti
 

L'autore

Nato a Medesano nel 1936, Bruno Piccinini vive nella vicina Varano dei Marchesi, sempre nella provincia di Parma. Dopo un percorso di studi classico-umanistici, si è dedicato all'insegnamento. Ha esordito a settant’anni con la raccolta di poesie Carta d’identità, pubblicata da Diabasis, un libro che ha subito rivelato una forte e temprata personalità poetica, educata sulla grande lezione dei nostri maggiori poeti del Novecento, a cominciare da Cardarelli e Bertolucci. Credere nel corpo è la sua seconda raccolta.