Energia sostenibile

Considerazioni a margine del Piano Nazionale Energia e Clima

energia3

AA. VV.

I Libri di Astrid

a cura di Pippo Ranci e Alfredo Macchiati

Anno :2020

Pagine :112

Prezzo :15,00€

ISBN :978836817719

Il sistema energetico ha imboccato la via di una trasformazione epocale. Le emissioni in atmosfera devono scendere nel 2030 e arrivare a zero nel 2050.
Gli impegni al 2030 sono definiti per l’Unione europea e si stanno fissando per ciascun paese. L’Italia dovrebbe generare elettricità da fonti rinnovabili per il 55% e comunque eliminare il carbone.
Gli edifici nuovi, e gradualmente i vecchi, tendono a impatto zero: con un involucro ben isolante la produzione di energia tratta dal sottosuolo o dal sole o generata con le pompe di calore dovrebbe bastare.
La mobilità dovrà trasformare i mezzi: auto elettriche, autocarri e navi a metano liquefatto per passare poi a biogas, idrogeno o motori elettrici. E ridurre i veicoli individuali con una maggiore disponibilità di collettivi e condivisi.
I costi dell’operazione rischiano di essere proibitivi. Bisogna scegliere per ciascun obiettivo la via meno costosa, con l’aiuto dell’innovazione e dell’iniziativa imprenditoriale. Bisogna evitare che costi e disagi ricadano sulla parte più debole della popolazione.
L’Italia come ogni paese europeo sta preparando il suo Piano Energia e Clima. Fissare le tappe della trasformazione perché i cittadini e le imprese possano fare i loro conti e prendere le loro decisioni.
Il governo ha presentato una bozza a inizio 2019. Astrid ha raccolto esperti indipendenti, interpellato imprese. Ha preparato questo documento di osservazioni e proposte per contribuire alla redazione finale del piano italiano, e anche alle scelte europee.