Paradosso dell’interprete

Pensieri e riflessioni sulla musica

paradossodellinterprete

Alfred Brendel

Fuori collana

A cura di Harvey Sachs, traduzione di Maria Cristina Reinhart

Anno :1997

Pagine :212

Prezzo :17,50€

ISBN :978-88-368-0411-5



Il libro:
«Da molti anni a questa parte Alfred Brendel è uno dei pianisti più apprezzati dai musicisti ed amati dagli ascoltatori di tutto il mondo. Ma per i lettori della 'New York Review of Books' ed altri periodici di alto livello culturale, Brendel è altrettanto noto come acuto e perspicace articolista, autore di saggi su un’ampia gamma di argomenti musicali. Alcuni di questi saggi sono stati raccolti in libri già da tempo conosciuti nei paesi di lingua tedesca ed inglese, e adesso, per la prima volta, un libro di Brendel viene pubblicato in italiano.
I saggi trattano temi che spaziano dalla commemorazione di Edwin Fischer, il maestro di Brendel, a precise proposte tecniche per accordatori e restauratori di pianoforti; da minuziose indagini sull’interpretazione della musica pianistica di Beethoven e Schubert – ai quali il nome di Brendel è particolarmente legato – a suggerimenti rivolti ai pianisti in merito alla vasta produzione per pianoforte di Liszt e di Busoni. Il tutto è presentato in uno stile ora composto, ora divertito, ora provocatorio, che dovrebbe stimolare gli addetti ai lavori e, allo stesso tempo, affascinare i non specialisti. È un libro che offre qualcosa ad ogni lettore che abbia voglia di sottoporre le proprie opinioni musicali ad un esame di coscienza.»
Harvey Sachs

L'autore:
Alfred Brendel, nato in Moravia nel 1931, è considerato uno dei massimi pianisti del secolo. Oltre che autore di saggi musicali, con la Passigli Editori ha pubblicato Un dito di troppo, la sua prima raccolta poetica in italiano, dopo il successo delle edizioni tedesca, inglese e francese.