Viaggio ai confini dell’impero

Di qusto

Joseph Roth

Le Occasioni

a cura di Vittoria Schweizer

Anno :2017

Pagine :132

Prezzo :10,00€

ISBN :9788836815487


Il volume raccoglie i reportage del Roth giornalista in occasione dei suoi viaggi nel corso degli anni Venti come inviato speciale per alcuni tra i maggiori quotidiani tedeschi. L'autore approfondisce l'universo multiforme dell'Europa orientale: la Galizia, sua terra natale, l'Ucraina, la Polonia e l'Ungheria occidentale di lingua tedesca. Questi resoconti sono appassionanti testimonianze di un mondo ormai scomparso, ma che offre ancora spunti tutt'oggi di grande attualità; l'autore, con il suo inconfondibile stile e capacità di descrivere in profondità persone e cose, restituisce al lettore le diverse realtà sociali e politiche, l'opposizione tra città e campagna, la pluralità delle minoranze linguistiche ed etniche, mostrando al tempo stesso come egli, diventato cittadino 'apolide', uno Heimatlos, viaggiando riesca a ritrovare in parte la propria patria e prendere nuovamente coscienza delle sue radici.
Joseph Roth (Brody 1894-Parigi 1939) è stato tra i più grandi scrittori europei del primo Novecento. Fra le sue opere più importanti ricordiamo La marcia di Radetzky, La cripta dei cappuccini, La milleduesima notte, La leggenda del santo bevitore.
La Passigli Editori ha pubblicato il suo capolavoro d'esordio La tela di ragno, Hotel Savoy, e le raccolte di racconti Il busto dell'imperatore, Aprile, storia di un amore, Questa mattina è arrivata una lettera, e la raccolta di reportages A passeggio per Berlino e Viaggio in Albania.