Viaggio in Albania

Di qusto

Joseph Roth

Le Occasioni

a cura di V. Schweizer

Anno :2020

Pagine :

Prezzo :8,50€

ISBN :9788836815180

"Viaggio in Albania", qui per la prima volta tradotto in italiano nella sua interezza, raccoglie l’insieme dei reportages che il grande narratore scrisse in occasione del suo viaggio in Albania nel 1927 in veste di corrispondente della «Frankfurter Zeitung ». Scritti con l’humour e la sensibilità ben noti ai suoi lettori, gli articoli sono penetranti descrizioni di quei luoghi: la terra e la natura aspra; il popolo albanese con le sue peculiarità e tradizioni, i suoi cerimoniali nazionali e lo stile di vita; le antiche città
dalle suggestioni bibliche e quelle più moderne protese faticosamente al raggiungimento di una qualche forma di progresso: il tutto senza rinunciare mai alla notazione pittoresca, né ad un’attenta analisi storico-politica. L’autore è colpito soprattutto dagli elementi ancora arcaici che caratterizzano il popolo e i costumi albanesi in quei primi decenni del Novecento; a paragone del grande e ormai smembrato impero da cui Roth proveniva, questa ex provincia dell’impero ottomano non poteva non apparirgli ben distante dalla ‘civilizzata’ realtà che aveva conosciuto, sebbene con la consueta ironia Roth non risparmi nemmeno gli stessi ‘europei’, osservando che molto spesso tradizioni e costumi occidentali non risultavano poi così differenti, e a volte neppure superiori.
Lungi dall’essere solo un marginale frammento nell’opera dello scrittore austriaco, questo racconto ha per il lettore italiano un interesse e un’attualità ancora maggiori: quella cioè di una lucida testimonianza sulla cultura di origine – solo in parte modificata dai decenni di totalitarismo marxista-leninista – di un popolo divenuto ormai una componente, sempre più positivamente integrata, della nostra società.