Ida

Di qusto

Irène Némirovsky

Le Occasioni

traduzione di Maurizio Ferrara

Anno :2017

Pagine :62

Prezzo :7,50€

ISBN :9788836816187


Pubblicato nel 1934, Ida è il racconto del destino crudele e tragico di una donna, una ballerina ambiziosa dei music-hall parigini, che con la forza della giovinezza e un'indomabile volontà  compie la sua scalata verso la celebrità e il successo economico e sociale. Proveniente da una classe sociale bassa, nella sua corsa inarrestabile verso il successo Ida col passare degli anni diventa sempre più una donna sola ed egoista, che non accetta di invecchiare e ignora l'impietoso scorrere del tempo. Dopo una lunga carriera continua a vivere nell'illusione del suo passato e della sua bellezza ormai sfiorita. Il confronto con la sua giovane rivale farà rinascere nell'animo di Ida dolori mai sopiti e segreti nascosti.
 
"Una vecchia signora coriacea, tutta agghindata e truccata", come la stessa Némirovsky definì la sua protagonista, "che vive per il palcoscenico, con la paura di perdere la sua supremazia sulle altre donne". 'Quello di cui ho bisogno, quello che apprezzo, quello che mi piace è l'amore della folla... Perderla? No, piuttosto preferirei morire...'.
 

 
La fortuna di Irène Némirovsky (1903-1942) è stata, negli ultimi anni, un vero e proprio caso editoriale. Romanzi e memoires quali Suite francese, Il ballo, Due, David Golder, Il colore del sangue hanno imposto all'attenzione del grande pubblico le opere di questa raffinata e oramai amatissima scrittrice.
Così come Adelphi ha pubblicato tutti i romanzi della Némirovsky, la Passigli Editori ha raccolto in cinque volumi della collana Passigli Narrativa l'intera serie dei racconti pubblicati dall'autrice su diverse riviste: Siamo stati felici, Giorno d'estate, Sortilegio, Speranze e destini, La sconosciuta e il romanzo La pedina sulla scacchiera. La Passigli Editori ha inoltre pubblicato nella collana Le Occasioni i romanzi brevi Il bambino prodigio e La nemica.