Cinque mesi di prefettura in Sicilia

Di qusto

Enrico Falconcini

Le Occasioni

Prefazione di Andrea Camilleri

Anno :2011

Pagine :112

Prezzo :10,00€

ISBN :978-88-368-1268-4


La particolare vicenda dell’autore che, nominato prefetto di Agrigento appena un anno dopo lo sbarco dei Mille, viene esautorato dall’incarico nel breve giro di cinque mesi. «Questo libro – scrive Camilleri nella sua prefazione – ha il suo rilevante valore storico non solo per capire le condizioni della Sicilia nel periodo immediatamente successivo all’Unità, ma anche come patetica e involontariamente umoristica testimonianza della vana lotta di uno sventurato contro un destino avverso e contro una jella di rara implacabilità…».
Spiega ancora Camilleri: «Bisogna dire che nei cinque mesi che Falconcini fu prefetto di Agrigento capitò tutto quello che poteva capitare… Garibaldi insisteva con il suo ‘O Roma o morte’, il re protestava contro l’intenzione del Generalissimo, il partito garibaldino cominciava a formare campi militari, si armava, reclutava seguaci entusiasti e violenti un po’ ovunque. Poi c’erano i renitenti alla leva che si erano dati alla latitanza. Poi ancora c’erano i briganti, sempre più numerosi…».
Cinque mesi di prefettura in Sicilia è dunque un libro dalle molteplici chiavi di lettura: non solo quella della testimonianza storica, ricca e assai particolare, ma anche quella della vicenda personale, ‘romanzesca’, di un personaggio sul quale la sfortuna si accanisce in modo singolare e ‘umoristico’.