Il volo della celebrazione

il-volo-della-celebrazione

Claudio Rodríguez

Passigli Poesia

a cura di P. Taravacci

Anno :2019

Pagine :176

Prezzo :19,50€

ISBN :9788836817108

«La quarta raccolta poetica di Claudio Rodríguez, "El vuelo de la celebración", pubblicata nel 1976, conferma la coerenza e la continuità fra le varie opere del poeta, ma al tempo stesso la necessità di un’attenta costruzione di ciascuna di esse a partire da una situazione e da esperienze peculiari. Lo dimostrano le cinque parti di cui "Il volo della celebrazione" è composto. Continuità e circostanzialità vissute nel modo più profondo, ancora una volta arrivano a coincidere, come nelle precedenti raccolte, nel nome di una percezione, di un 'conocimiento' che è possibile soltanto attraverso la poesia… La percezione e la conoscenza che questa volta emergono con straordinaria forza, determinando la vera novità di quest’opera, conducono a una indiscutibile necessità di 'celebración'... Celebrazione dell’intera esperienza vitale, dunque, che prima di ogni altra cosa suppone (specialmente rispetto a quanto accade nelle sue precedenti raccolte) un’accettazione definitiva dell’esistenza umana, dentro e fuori la storia; accettazione, diremmo, dei suoi limiti e al tempo stesso di un’ansia di trascendenza che lo sguardo del poeta riconosce in ogni cosa. Celebrazione che è possibile in quello spazio che solo la poesia apre, uno spazio liminare dove meraviglia e dolore possono coincidere in quanto sostanza unitaria dell’esistere umano e svelano la loro compresenza, la loro irrevocabilità nell’intuizione fulminea e rivelatrice della parola nel momento in cui si fa canto...» (Dall’introduzione di Pietro Taravacci).
 
Claudio Rodríguez (Zamora, 1934 – Madrid, 1999), uno dei maggiori poeti spagnoli della seconda metà del Novecento, appartiene a quella che le storie letterarie definiscono 'Generación de los Cincuenta', un consistente gruppo di autori di altissimo valore letterario, ancora poco conosciuti in Italia. L’opera poetica di Rodríguez comprende cinque raccolte: oltre allo splendido esordio "Don de la ebriedad" (1953), con cui vinse il prestigioso premio Adonáis ("Dono dell’ebbrezza", pubblicato in questa stessa collana), "Conjuros" (1958), "Alianza y Condena" (1965), "El vuelo de la celebración" (1976) e "Casi una leyenda" (1991). Numerosissimi i riconoscimenti ottenuti, tra i quali l’elezione a membro 'de número' della Real Academia Española nel 1987.