Due ragazze

Una famiglia

Anthony Trollope

Passigli Narrativa

a cura di Luca Caddia

Anno :2012

Pagine :120

Prezzo :14,50€

ISBN :978-88-368-1326-1

Il libro:

Legato per ambientazione a Le ultime cronache di Barset, pubblicate in Italia da Sellerio, Due ragazze venne scritto a quindici anni di distanza da quell’opera che ebbe tanto successo e fu pubblicato nel 1882, l’anno della morte dell’autore. Tutta la vicenda è incentrata, con la sobria ma acutissima maestria peculiare di questo grande scrittore, su due ragazze di campagna che amano due uomini entrambi rifiutati come generi, per motivi di classe sociale, dai genitori delle ragazze.

Eroi e antieroi qui si somigliano molto e si differenziano soprattutto per i diversi ruoli sociali che li obbligano a macchinose strategie per tentare di imporre la propria volontà.

Tutto il racconto si basa su una sorta di 'gioco delle parti' dove la parte forse più cospicua la gioca l'epoca in cui la storia è ambientata, quell'epoca vittoriana che oggi è quasi diventato sinonimo di 'ipocrisia sociale': il racconto di Trollope permette di penetrare più a fondo le ragioni di questa 'ipocrisia', da un lato mettendoci a contatto con una realtà sociale cristallizzata a tal punto da offrirsi come rituale cui nessuno può sottrarsi, dall'altro facendoci riflettere sul fatto che questi 'rituali' non finiscono mai: le epoche cambiano, ma tendono sempre a costituirsi in realtà sociali ben poco propense al cambiamento, anche quando questo è ormai nell'ordine delle cose.

L'autore:

La fortuna di uno dei massimi narratori inglesi dell’epoca vittoriana, Anthony Trollope (1815-1882), è stata rilanciata in questi anni a più riprese, in particolare per merito di una vera e propria campagna di promozione da parte di Antonio D’Orrico, noto critico letterario del “Corriere della Sera”. Fra le opere di Anthony Trollope ricordiamo: Lady Anna, Un caso di coscienza, La vita oggi, Le ultime cronache del Barset e, pubblicati in questa stessa collana, Il cugino Henry e L’ultimo austriaco che lasciò Venezia.