Le maschere del mistero

Storie e tecniche di thriller italiani e stranieri

mascheredelmistero

Raffaele Crovi

Fuori collana

Anno :2000

Pagine :304

Prezzo :18,00€

ISBN :978-88-368-0598-3



Il libro:
«Credo che il fascino della letteratura thrilling consista nel fatto che allena il lettore all’ansia della verità, pur lasciandolo consapevole che la verità non sarà mai svelata». Così scrive Raffaele Crovi in apertura di questo volume – dedicato agli autori, alle tecniche ed agli eroi del thriller – a rivendicare il ruolo di una letteratura che in troppi continuano a relegare al rango minore di ‘genere’, anche quando a scriverla sono scrittori del calibro di Chesterton, Simenon e Graham Greene. E, in effetti, occorre riconoscere che sarebbe ben difficile immaginare una storia della letteratura thrilling che non tenesse conto di alcuni dei massimi scrittori di tutti i tempi, dal Poe de I delitti della rue Morgue, all’Hawthorne de La lettera scarlatta, al Dostoevskij di Delitto e castigo. Si potrebbe dunque legittimamente sostenere che quella del mistero è diventata anche una letteratura di genere.
Per addentrarsi nelle tematiche e nelle modalità di un genere così vario e ricco, occorreva un investigatore del tutto particolare; perché la storia del thriller non è soltanto storia letteraria, ma è anche storia del costume e, insieme, storia di iniziative editoriale che hanno reso possibile, in Italia e all’estero, la sua fortunatissima fioritura. Raffaele Crovi, narratore, critico, editore, considerato uno dei massimi esperti di questa letteratura, ha raccolto qui note e saggi su autori italiani (da De Angelis a Scerbanenco, da Fruttero & Lucentini a Lucarelli, da Eco a Camilleri) e su autori stranieri (da Chesterton a Le Carré, da Simenon alla Highsmith, da Gardner a Crichton), costruendo una narrazione avvincente e di rara godibilità.

L'autore:
Raffaele Crovi, è nato nel 1934 ed è morto a Milano nel 2007. Delle sue opere ricordiamo i romanzi: La valle dei cavalieri (1993, Premio Super-Campiello), Il santo peccatore (1995, Premio Fontino), L'indagine di via Rapallo (1996, Premio Basilicata); le raccolte di poesie: Fariseo e pubblicano (1968, Premio Cittadella), L'utopia del Natale (1982, Premio Biella), Pianeta Terra (1999, Premio Metauro); e i saggi: Parole incrociate, Guida alla scrittura creativa (1995, Premio Estense), Il lungo viaggio di Vittorini (1998, Premio Rhegium Julii).